SERVIZI SPECIFICI

 

 

Si effettuano preventivi gratuiti tramite posta elettronica mediante documentazione fotografica.
info@restauromobili.net

ALCUNI MOBILI D'ANTIQUARIATO RESTAURATI

PRIMA DOPO
 
Cosė abbiamo restaurato la Cattedrale di Noto. 17/06/2007

C’è anche il contributo di un artigiano ravennate nel restauro della cattedrale di Noto che verrà riaperta domani, dopo 9 anni di restauri, alla presenza del presidente del Consiglio Romano Prodi.
Marcello Monte, 37 anni, restauratore fin da quando faceva il “ragazzo di bottega”, si è infatti occupato del recupero delle parti lignee sopravvissute al terremoto del 1996. «La cattedrale risale al 1700 - spiega Monte -  ed è considerata dall’Unescu come patrimonio dell’umanità. Ma è stata più volte colpita dai terremoti. L’ultimo nel 1996, provocò il crollo della cupola, della navata maggiore e di quella orientale. La difficoltà maggiore – sottolinea – è stata quella di rimettere assieme i diversi pezzi lignei che dopo il crollo erano stati custoditi in magazzini e palazzi diversi». Monte è arrivato in Sicilia in febbraio ed è rimasto a lavorare nella cattedrale, che è uno dei monumenti simbolo di Noto e del barocco mondiale, per circa tre mesi. « Che il terremoto lì sia quasi una consuetudine - prosegue sorridendo -  l’ho provato io stesso. In un mese ci sono state tre scosse telluriche. Ma al di là di questo, è stata un’esperienza impagabile per la professionalità dei progettisti del recupero e delle imprese impegnate». Monte, accanto ad alcuni colleghi, si è occupato del restauro delle parti lignee. In particolare del coro, del confessionale, di alcune sculture  e cornici. «Sono stato coinvolto in questa operazione - racconta - attraverso un collega che, a sua volta, conosceva una delle ditte impegnate a Noto. E’ stata una grande esperienza, perché la cattedrale di Noto è un simbolo per il mondo intero. Non a caso verrà creato un museo dove verranno conservate le parti distrutte con il terremoto del “96 e non ricollocate nell’attuale cattedrale. E’ stato fatto un lavoro estremamente qualificante, portato a termine utilizzando soltanto materiali del posto». Uno degli aspetti più complessi è stato la ricostruzione del coro: «Non avevamo mai visto com’era fatto, non c’erano testimonianze, abbiamo passato una settimana a studiare come poteva essere ristrutturato. Poi siamo riusciti a ricomporlo». Monte, socio della Cna, a Ravenna ha lavorato al restauro della Biblioteca Classense e del Palazzo dello studente, ma non potrà essere a Noto per l’inaugurazione della cattedrale restaurata perché convalescente dopo un piccolo intervento. «Seguirò l’evento in tv e via internet: il sito del Comune di Noto, trasmetterà in diretta la manifestazione grazie a una web-cam».

Fonte: Resto del Carlino - Domenica 17 Giugno 2007

   

Restauromobili.net - p.iva 01289460394